Venerdì 05 Febbraio 2010
Stampa


terremoto02"Il 25 gennaio la Giunta comunale si è riunita - ha spiegato Giovannelli - e ha deliberato per l'erogazione dell'intera somma a favore del Comune di San Benedetto in Perillis. In questo piccolo paese di montagna, non lontano da L'Aquila, hanno operato per diverse settimane i vigili urbani arrivati da Olbia che, lo scorso maggio, si erano offerti volontari per andare a soccorrere il popolo abruzzese. I nostri rappresentanti sono stati i primi, tra tutte le forze di volontariato, a prestare soccorso in quel Comune sperduto. Hanno aiutato la gente del luogo, si sono resi molto utili e la cittadinanza di San Benedetto li ha accolti con grande affetto. In considerazione di questo legame ho chiamato il sindaco di San Benedetto in Perillis che, tra le varie urgenze, ha espresso, a nome della sua comunità, il forte desiderio di ricostruire la chiesa".


terremoto01La scorsa primavera i vigili urbani olbiesi impegnati in Abruzzo, durante le operazioni di pulizia e messa in sicurezza della chiesa di San Benedetto, avevano recuperato la croce, un prezioso altare danneggiato dal sisma e altri numerosi oggetti di valore.