“Lampadas”: la musica arriva al mare

Lunedì 21 Giugno 2010 Notizie dalla Città
Stampa
zatterahomeIl musicista Gesuino Deiana, in rappresentanza dell'associazione organizzatrice Lua Benax Onlus, e Pasquale Corda, presidente del Comitato San Giovanni e Madonna del Mare, hanno presentato la manifestazione "Lampadas" che si svolgerà ad Olbia domenica 27 giugno.


zattera02La conferenza stampa si è tenuta sulla stessa zattera (stamattina attraccata a una delle banchine del cantiere di Michele Moro) che sarà utilizzata per ospitare le esibizioni degli artisti. "Lampadas" è la prima delle cinque giornate del progetto "Su Bullu e la Silk Road Music". Gesuino Deiana, direttore artistico dell'iniziativa, sulle orme del progetto internazionale patrocinato dall'Unesco, "Roads of Dialogue - Silkroad 2010" di Bruno Baumann, ha ideato una serie di eventi domenicali che avranno luogo in Gallura. L'obiettivo è quello di perseguire la strada della consapevolezza e della ricerca antropologica sulla storia e i costumi di Olbia. Per la giornata del 27 giugno, un utile contributo è arrivato dalla tesi di laurea di Domenico Branca, intitolata "Feste e calendario contadino. San Giovanni ad Olbia". "Lampadas" prenderà il via domenica prossima, alle ore 11 in via dei Lidi, alla trattoria Cumpai Giuanni, ritrovo dei pescatori, dove sarà offerto un aperitivo che segnerà l'inizio della manifestazione. Alle ore 18, la zattera con a bordo i musicisti (il comandante è Nino Fancello) seguirà la grande Processione a mare e, al rientro a terra, dopo la Messa in Piazza Crispi, fungerà da "palchittu" in acqua per gli artisti.


zattera01Questi, a partire dalle ore 19.00, diffonderanno suoni e note dedicati alle quattro categorie "storiche" di lavoratori che operano nel Golfo di Olbia: pescatori, mitilicoltori, arsellatori e portuali. Sulla zattera si esibiranno Gesuino Deiana con la sua chitarra, il percussionista Mory Thioune, Nino Spano, Daniele Ibba e poi ancora la Nenas Band composta dal compositore e cantante Sergio Asara, Evy Pattitoni, Andrea Marras, Franco Cosimino, Fabio Fiorentino e Gianni Delitala. Il progetto è interamente sovvenzionato dall'associazione Lua Benax e da Etnos di Gesuino Deiana che ha già programmato altre 4 date: Alzolas il 25 luglio, Capidanni il 5 settembre, Santigaini il 31 ottobre, Nadale il 5 dicembre. Tornando ai festeggiamenti in onore di San Giovanni e della Madonna del Mare, si comincia venerdì 25 giugno, alle 6 del mattino con il ritiro delle bandiere. Alle ore 20.00, in piazza Crispi, saranno presentati gli equipaggi che il giorno dopo (sabato 26) parteciperanno alla 65^ edizione della Remata de Sos Carreras, tornata all'antico splendore già dallo scorso anno, grazie alla Compagnia della Vela Latina di Olbia guidata dal maestro d'ascia Nardino Fois. L'inizio della più grande competizione remiera storica di tutta la Sardegna è fissato alle ore 17,30.


zattera03La gara si disputerà all'interno del porto di Olbia, nella darsena di via Redipuglia. Per la Remata si utilizzeranno 6 chiattini, tipiche imbarcazione a remi dei pescatori olbiesi, tutti perfettamente uguali, costruiti lo scorso anno dal maestro d'ascia Nardino Fois, coadiuvato da maestranze olbiesi, con il contributo economico del Comune di Olbia. Quest'anno la manifestazione si onora dell'adesione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. La serata si concluderà con la Notte Blu alla quale aderiscono i commercianti del centro storico. Una novità di quest'anno, sempre legata alla Remata de Sos Carreras, è "firmata" dall'associazione ArcheOlbia che, sabato 26 giugno, dalle ore 17.00, presenterà in piazza Crispi uno stand espositivo con foto d'epoca sulle tradizioni terranovesi.