Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città Al via “Il Mercatino del libro usato”

Al via “Il Mercatino del libro usato”

E-mail Stampa PDF
librihomeHa preso il via  il "Mercatino del libro usato": un'iniziativa promossa dalle associazioni olbiesi di Avsi Point e Gioventù Studentesca, rivolta agli alunni di tutte le scuole cittadine secondarie di I grado e secondarie di II grado (medie, licei e istituti tecnici). Il "Mercatino del libro usato" osserverà i seguenti orari fino al prossimo 2 ottobre:



libri01Accettazione: Lunedì - Mercoledì - Venerdì dalle ore 16 alle 18 / Vendita: Martedì - Giovedì dalle ore 16 alle 18. L'edizione 2010 del Mercatino è ospitata, per il secondo anno consecutivo, in Via Perugia (Ex Ospizio Poltu Quadu) nella nuova sede CNOS/FAP (Centro Nazionale Opere Salesiane/Formazione Aggiornamento Professionale). I volontari AVSI e GS ricordano a tutti gli interessati che è possibile offrire la propria disponibilità per i turni di volontariato segnalandola alla responsabile organizzativa Pina Soggia presso i banchetti. Il ricavato del Mercatino sarà devoluto alle attività di Fondazione AVSI (per info: www.avsi.org ). Durante il mese di settembre sono previste anche attività di animazione culturale per l'approfondimento delle iniziative curate dall'Avsi Point e da Gioventù Studentesca. "Il primo Mercatino del libro usato - spiegano Vanna Columbano del Gruppo Avsi di Olbia e Pietro Sanna di GS - è nato 30 anni fa da alcuni studenti delle scuole medie olbiesi. Le motivazioni di questa esperienza, impegnativa ma apprezzata e attesa sia dagli studenti che dalle loro famiglie, possono essere così riassunte:

 

 

 

 

libri02- il desiderio di condividere un'esperienza di pura gratuità, dando il proprio tempo per soddisfare, in un'opera comune, l'esigenza di risparmiare sul "caro libri", rivelatasi negli anni sempre più urgente;

- aiutare a concretizzare, con pochi spiccioli ricavati dalla vendita dei libri, i progetti che l'Avsi porta avanti nelle zone più disagiate e derelitte del mondo;

- incontrare nuovi amici, condividere bisogni comuni, dallo studio al lavoro, al tempo libero.

Fra le novità di quest'anno: da domani, in un corner AVSI, saranno esposte le "Collane di Rose", prodotte da una cooperativa di giovani ragazze ugandesi che, sino a poco tempo fa, erano costrette a spaccare pietre per sbarcare il lunario. Oggi, mediante un'offerta, è possibile contribuire alla costruzione di una scuola per i loro figli.

 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.