Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città Tappa ad Olbia per la Carovana di Casa Emmaus

Tappa ad Olbia per la Carovana di Casa Emmaus

E-mail Stampa PDF
emmaushomeTappa ad Olbia, mercoledi 19 maggio, per la carovana di ragazzi e operatori della Comunità Casa Emmaus di Iglesias. Arriveranno in bicicletta, accolti dalla Protezione Civile, dopo aver attraversato diversi centri dell'Isola. La carovana, partita da Iglesias il 9 maggio, ha già sostato a Gonnosfanadiga, Oristano, Bosa e Sassari.


emmaus01Dopo quella di Olbia le tappe previste sono: Nuoro, Tortolì, Villaputzu e Quartu S. Elena prima del rientro ad Iglesias. La manifestazione, promossa da Casa Emmaus in collaborazione con il CSV Sardegna Solidale, vuole dimostrare la volontà di "farcela" nel percorso della vita. Altro obiettivo: ridurre i pregiudizi dimostrando che l'aiuto può essere reciproco. L'iniziativa è stata illustrata oggi in Municipio, alla presenza del sindaco Gianni Giovannelli e dell'assessore ai Servizi Sociali Gesuino Satta, dalla rappresentante di Emmaus Giovanna Grillo. Con lei i rappresentanti locali delll'associazione Sardegna Solidale, Lucia Burrai, Vincenzo Carta e Tiziano Sibiriu. Anche ad Olbia, dove l'amministrazione comunale ha messo a disposizione un ampio locale nell'impianto sportivo Caocci al "Fausto Noce", i cinquanta partecipanti alla Carovana realizzeranno lavori e attività utili per la comunità che li accoglie. L'assessore Gesuino Satta e i referenti locali di Sardegna Solidale coordineranno i ragazzi nella sistemazione di alcune aree nei pressi del "Caocci" e in un intervento di manutenzione nella sede cittadina dell'associazione Marinai d'Italia.


emmaus02L'Associazione Casa Emmaus, attiva da 22 anni, nasce dall'incontro tra Nico Grillo, diacono della diocesi di Iglesias, e il gruppo Exodus dell'Opera Don Calabria di Milano. Oggi l'Associazione gestisce una Comunità Terapeutica Residenziale, un Centro di Pronta Accoglienza, un Centro di Ascolto, un campo sportivo polivalente, cinque serre dedicate all'attività florovivaistica, locali di laboratorio dove si impara a lavorare la ceramica e il legno, una piccola palestra al chiuso, e tanto altro ancora. La Comunità ed il Centro di Pronta Accoglienza, che collaborano con i Ser.T. di tutta la Sardegna, sono in grado di ospitare 42 persone in difficoltà. Sono tossicodipendenti, alcolisti o persone con gravi disturbi psichici che, grazie ai 15 operatori di Casa Emmaus, intraprendono un impegnativo percorso di riabilitazione. Durante l'incontro con i giornalisti, Giovanna Grillo ha sottolineato, tra l'altro, la gravità delle patologie psichiatriche causate dall'assunzione di cocaina. "Un problema - ha ribadito la rappresentante dell'Associazione Emmaus - ancora poco conosciuto malgrado la quantità e la qualità dei riscontri scientifici".

 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.