Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città “Nuraghi e dintorni”: dal 20 al 23 maggio

“Nuraghi e dintorni”: dal 20 al 23 maggio

E-mail Stampa PDF
nuraghi_homeGiovedì 20 maggio inizia la 5ª edizione della rassegna "Nuraghi e dintorni", organizzata dall'associazione culturale "Sa Testa", presieduta da Nino Fancello, con il sostegno del Comune di Olbia e della Provincia.


nuraghi_01Quest'anno, particolare attenzione è riservata alla scrittura e al linguaggio nuragico con gli interventi di studiosi, artisti e artigiani che hanno elaborato studi ed approfondite tecniche per la conoscenza di questo argomento. Nell'iniziativa sono coinvolte altre associazioni e le scuole della città. Anche loro, dal 20 al 23 maggio, diventeranno protagoniste nei due luoghi che ospitano la manifestazione: il museo archeologico e il parco fluviale del Padrongianus. Come negli anni scorsi, gli organizzatori propongono un coinvolgente viaggio alla riscoperta delle radici dell'Isola. L'apertura della rassegna è fissata per giovedì 20 maggio alle ore 18, al Museo archeologico di Olbia, con i saluti delle autorità. Alle ore 20.00 è prevista la presentazione del libro di Maria Rita Piras, intitolato Archetipi e Memorie (scrittura arcaica, immagini e rappresentazioni del popolo sardo).


nuraghi_02Da non perdere, nella mattinata di venerdì (a partire dalle ore 10) l'incontro sull'Arte del bisso con il Maestro Chiara Vigo, unica in Europa ed una delle poche al mondo che ancora tesse la cosiddetta "seta di mare", carismatica depositaria di una tradizione ancestrale, ricca di misteri e di segreti, tramandatale dalla nonna Leonilde Mereu. Chiara Vigo, definita unica erede di Berenice, tinge il suo bisso (ottenuto da un filamento prodotto dalle nacchere che si trovano nei fondali dell' isola di Sant'Antioco) con erbe raccolte durante il periodo di luna nuova. Lo fila solo con un fuso di canna e lo tesse su un pesantissimo telaio in legno, ripetendo all'infinito gesti di certosina precisione. Alle ore 11.30 di venerdì, sempre nell'Auditorium del Museo, la scuola elementare di San Simplicio presenta la recita:


nuraghi_03"Lo sposalizio nuragico". Nel pomeriggio, dalle ore 17.00, proiezione di videoclip e documentari. Alle 20.00, il prof. Gigi Sanna parlerà del suo libro "La Stele di Nora". Il Dio, Il Dono, Il Santo. Sabato mattina alle 10.00, secondo incontro con Chiara Vigo. Nel pomeriggio di sabato, alle ore 17.00, saranno proiettati alcuni video; a seguire le Launeddas del M° Franco Melis che racconterà anche la storia e le origini di questo antichissimo e spartano strumento musicale autoctono sardo. Alle ore 20.00, lo scrittore Gianfranco Pintore presenta il suo romanzo "Sa Losa de Osana", coadiuvato dalla giornalista Daniela Astara, coordinatrice anche degli appuntamenti con gli altri scrittori, ospiti della rassegna. Domenica 23 maggio, alle ore 10.00, terzo e ultimo incontro con Chiara Vigo; in serata, alle ore 20.00, l'archeoastronomo Mauro Peppino Zedda presenta il suo libro, intitolato "Archeologia del paesaggio nuragico".


Tutti i giorni (dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 22) saranno aperte al pubblico anche le numerose esposizioni (foto, quadri, disegni, segni, plastici, sculture, ceramiche, tappeti) allestite al Museo nell'ambito di "Nuraghi e dintorni". Questo è l'elenco: le fantasie nuragiche del pittore Salvatore Sechi (Degonare); le sculture (Le origini del futuro) di Ugo Cossu; le fotografie (Pedras 'e Lughes) di Time Trip Projet; la tessitura di Veronica Usula (Trame scritte da un linguaggio dimenticato); la musica etnica dei Nati Strani; la NuragicART con i disegni realizzati dai bambini. Per venerdì 21 maggio, alle ore 9.30, è stata organizzata, in collaborazione con la Cooperativa Iolao, una escursione per le scolaresche alla Tomba dei Giganti "Su monte de s'Abe", con gli asinelli dell'associazione "Asini si nasce ... e io lo nakkui". Domenica 23, alle ore 18.00, sempre in collaborazione con la Cooperativa Iolao, al Pozzo Sacro "Sa Testa", si terrà una performance di Giancarlo Murranca e Grazia Dentoni, dal titolo "Suspu mudu". Tutti i giorni, al parco fluviale del Padrongianus, dalle 9 alle 14, sarà visitabile l'esposizione del progetto "Il Nuraghe tra realtà e fantasia", ideato e realizzato dalla scuola primaria di Rudalza. Sempre al parco del Padrongianus verranno aperti i laboratori di archeologia speramentale "Sa Rundine" per la manipolazione dell'argilla, la scheggiatura della pietra e accensione del fuoco, la lavorazione delle fibre vegetali e lo scavo archeologico simulato. Una novità di quest'anno, inserita nel calendario della Rassegna, è "Neonuragica Tour", la 1° fiera del turismo neolitico e nuragico. Al piano terra del Museo saranno sistemate le postazioni di dodici cooperative ed associazioni che gestiscono siti archeologici in tutta la Sardegna. L'offerta di "pacchetti" mirati sarà accompagnata dalla distribuzione di materiale informativo, sicuramente interessante vista la ricchezza del patrimonio archelogico isolano. Il programma di "Nuraghi e dintorni" è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa in Municipio dal promotore ed organizzatore Nino Fancello, affiancato da Nico Demurtas e Betti Casula dell'associazione "Sa Testa". Apprezzamento e soddisfazione per l'iniziativa sono stati espressi dagli assessori alla Cultura del Comune di Olbia, Vanni Sanna, e della Provincia, Francesco Carbini.
 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.