Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città Cerimonia religiosa e inaugurazione del “Molo Madonna di Bonaria”

Cerimonia religiosa e inaugurazione del “Molo Madonna di Bonaria”

E-mail Stampa PDF
bonariahomeA due anni di distanza dal Periplo Marino Mariano, la Madonna di Bonaria ha fatto ritorno al Porto di Olbia. La statua della Vergine, Patrona Massima della Sardegna, è sbarcata ieri mattina con un seguito di 450 fedeli guidati dalla comunità dei Padri Mercedari della Sardegna, di rientro dal pellegrinaggio in Vaticano iniziato lunedì 3 maggio.


bonaria-2010-6E' stata una giornata dedicata alla preghiera e alla venerazione della Madonna, quella organizzata dall'Autorità Portuale e rivolta a tutta la comunità della Gallura, che si è riunita alle 19 per la Santa Messa a parrocchie riunite, celebrata dal Vescovo della Diocesi di Tempio Ampurias e dai Padri Mercedari. Alla cerimonia, oltre al padrone di casa, il presidente dell'Autorità Portuale Paolo Piro, hanno partecipato il sindaco di Olbia Gianni Giovannelli, l'assessore regionale ai Trasporti Liliana Lorettu, il presidente della Provincia Pietrina Murrighile, il comandante della direzione marittima Franco Giuseppe Persenda, i colonnelli dei carabinieri Giovanni Spirito e Francesco Atzeni, il vicequestore Fernando Spinici, il vescovo Sanguinetti e il rettore della comunità dei Mercedari, Salvatore Mura. In questa occasione, così come è avvenuto nel maggio 2008 per il molo 9, è stata inaugurata una nuova infrastruttura dedicata al mercato delle crociere.


bonariamoloCon l'ormeggio della Moby Otta, che ha accompagnato i pellegrini nel viaggio iniziato a Cagliari, è stato infatti reso operativo il nuovo molo 2 bis, 275 metri di lunghezza, intitolato, con una targa scoperta nella cerimonia delle 18.30 dal Vescovo Monsignor Sebastiano Sanguinetti e dal Rettore della Comunità dei Mercedari Padre Salvatore Mura, "Molo Madonna di Bonaria". Omaggio, quello voluto dal presidente Paolo Piro, che sancisce e rafforza il sodalizio del porto di Olbia con la Patrona Massima della Sardegna, già accolta in occasione del Periplo Marino Mariano del 2008 in tutti e tre i porti nella giurisdizione dell'Ente. "E' un atto dovuto - ha commentato Piro - che deve rendere orgogliosa l'intera comunità. Olbia, per tradizione, è fortemente legata alla Madonna del Mare e quella di Bonaria, la cui statua proprio dal mare fu recuperata nel 1370 e accolta nel convento di Bonaria a Cagliari, è il massimo simbolo della devozione che si rinnova". Quello intitolato alla Vergine è quindi il primo dei due nuovi moli gemelli realizzati dall'Autorità portuale per potenziare l'offerta nel mercato crocieristico. I lavori delle due infrastrutture, affidati in appalto all'Impresa Pietro Cidonio e alla Paul Immobilire Srl per 22 milioni di euro, sono iniziati nell'aprile 2007 e si concluderanno, con la consegna del molo 1 bis, a novembre 2010. Entrambi i denti d'attracco al lato nord dell'Isola Bianca, con il via libera del Ministero, decretato ad ottobre 2009 e finanziato con altri 10 milioni di euro di interventi, avranno una profondità di - 10 metri e potranno ospitare navi di lunghezza superiore ai 300. Aspetti, questi, che li rendono ancora più funzionali alle nuove flotte, sempre più ampie e moderne, introdotte dalle compagnie crocieristiche mondiali, e che rendono la portualità del Nord Sardegna ancora più competitiva nel panorama dei porti del Mediterraneo.





bonaria-2010-16 bonaria-2010-32
bonaria-2010-36 bonaria-2010-29
bonaria-2010-25 bonaria-2010-20
bonaria-2010-55 bonaria-2010-42
bonaria-2010-47 bonaria-2010-45
 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.