Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città In mostra al Liceo Artistico

In mostra al Liceo Artistico

E-mail Stampa PDF
mostrahomeDopo la positiva esperienza dello scorso anno si torna ad esporre al Liceo Artistico di Olbia. Nel 2009 lo spazio-vetrina era stato dedicato ai docenti mentre nel 2010 la "galleria" dell'istituto di via Modena ospita le opere di ex-alunni. Dieci giorni fa ad inaugurare la rassegna era stata Alessandra Cabras mentre martedì 9 febbraio è stata aperta al pubblico la mostra della sua gemella Claudia Cabras.



mostra02La sua "personale" resterà allestita sino al 19 febbraio. L'esposizione, intitolata "Doppi percorsi del riconoscimento", indaga il rapporto di coppia di due gemelle monozigote. Le gemelle Cabras, accomunate dalla stessa passione, si sono dedicate ad approfondire i linguaggi dell'arte per utilizzarli come strumenti di espressione del loro percorso creativo. Propongono la loro ricerca in mostre e concorsi a carattere nazionale ed internazionale, quest'ultimi rivolti all'incisione calcografica. Claudia Cabras, come la sua gemella Alessandra, ha frequentato il Liceo Artistico di Tempio e l'Accademia di Belle Arti di Sassari, conseguendo nel 2006 la Laurea in Decorazione e nel 2009 la Laurea in "Arti Visive e Discipline dello Spettacolo" in Pittura. Nelle opere realizzate da Claudia Cabras si analizza il tema del doppio, del sosia, del clone. Tutto ruota attorno al concetto di identità relativa a due persone che, essendo gemelle portatrici dello stesso DNA, (identiche dal punto di vista genetico, cloni naturali) vivono costantemente questa particolare condizione accentuata dalla somiglianza/differenza che le porta ad un gioco di continuo scambio agli occhi degli altri, sebbene in entrambe sia chiaro il confine delle proprie individualità. È un discorso di riconoscimento e individuazione, esplorato attraverso il ritratto e l'autoritratto, strettamente legato alla questione identitaria che è "riconoscersi ed essere riconosciuti", con l'ausilio di tecniche diverse passando dall'uso della matita, olio, fotografia, incisione calcografica, scultura.


mostra03Si arriva all'ulteriore sdoppiamento con la realizzazione di due sculture "autobiografiche": "cloni" naturali a tutti gli effetti dal punto di vista genetico, ma paradossalmente diversi nella loro individualità. "Questo percorso del riconoscimento - ha spiegato Claudia Cabras - indagato all'interno della coppia, ci ha permesso di capire meglio le nostre particolarità e identità consentendoci di portare avanti anche dei percorsi artistici indipendenti che rispecchiano il nostro mondo interiore". Sergio Piras, docente di progettazione grafica, insieme ad altri colleghi del Liceo Artistico di Olbia e di Tempio, ha coinvolto nelle prossime mostre altri ex-allievi. "Non è facile - ha precisato il prof. Piras - perché molti di loro sono impegnati in percorsi di studi tra Milano, Bologna e Firenze. Il nostro obiettivo è motivare gli studenti nel proseguire l'attività artistica, promuovere la scuola nel territorio e dare la possibilità ai nostri ex-allievi di mostrare le loro opere sia nella sede di Olbia che in quella di Tempio". I prossimi appuntamenti saranno con le "personali" di Mirko De Angelis (fumetti, grafica tridimensionale e grafica pubblicitaria) e Riccardo Giua (fumetti). Martedì 23 febbraio, sempre nella "galleria" dell'Artistico di via Modena è prevista una lezione -mostra con due protagonisti d'eccezione: lo sceneggiatore di fumetti Bruno Enna e il disegnatore Pier Gallo.
 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.