Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città In corso ad Olbia il primo seminario regionale sul turismo attivo

In corso ad Olbia il primo seminario regionale sul turismo attivo

E-mail Stampa PDF
t_homeL'intervento dell'assessore regionale al Turismo, Sebastiano Sannitu ha dato il via al primo seminario sul turismo attivo, organizzato dall'Agenzia Sardegna Promozione, in corso al Geovillage di Olbia.


t_asannittu02Straordinaria l'adesione di operatori, dell'ospitalità, dell'artigianato, dell'agroalimentare, amministrazioni ed enti pubblici, parchi, aree marine, società di servizi. Sono più di mille i partecipanti a quelli che sono stati già definiti "stati generali" del turismo attivo. Una platea numerosa, attenta e coinvolta: "La Sardegna che si muove sul fronte del turismo, c'è tutta", ha detto il direttore centrale di Sardegna Promozione, Adamo Pili, nell'indirizzo di saluto. Nella giornata inaugurale sono intervenuti l'assessore Sannitu e Dante Simoncini, patron della Borsa turismo sportivo di Montecatini. Tra gli interventi tecnici si segnala la presenza del pluricampione mondiale di sci nautico, Jeff Onorato, promotore di una scuola federale per bambini della sua disciplina a La Maddalena. Nel ringraziare gli ospiti dell'iniziativa della Regione, l'assessore Sannitu ha fotografato la realtà dell'industria turistica isolana lanciando la proposta di costruire concretamente la nuova stagione e la nuova offerta a partire proprio dal turismo attivo: «Sappiamo che c'è una grossa opportunità per lo sviluppo turistico della Sardegna che si chiama turismo attivo», ha esordito l'assessore, «la platea di oggi lo dimostra. Si parla di un mercato che genera i suoi maggiori flussi nei periodi che noi consideriamo di bassa stagione, costituito da viaggiatori consapevoli e responsabili, con buona capacità di spesa ed elevato livello culturale. Questo mercato ricerca territori come il nostro.


t_aturismo attivoLa Sardegna ha enormi risorse territoriali e culturali che devono essere valorizzate». E ha concluso: «Crediamo fermamente che con l'impegno comune, possiamo integrare le risorse del territorio con servizi di qualità e puntuali per arrivare al realistico obiettivo di avere un'altra stagione forte, oltre a quella estiva consolidata». L'assessore ha quindi spiegato gli interventi della Regione finalizzati alla delocalizzazione e alla destagionalizzazione: dal piano di rilancio del golf, al progetto sul turismo climatico in collaborazione con il Ministero dl Turismo, all'abbattimento degli oneri sociali per gli albergatori che aprono le proprie strutture fuori stagione estiva, al tavolo di lavoro aperto con l'assessorato dei Trasporti per affrontare i problemi delle tariffe e dell'efficienza dei collegamenti. Al seminario, che si chiuderà domani pomeriggio, sono state previste più di 20 relazioni: dalle descrizioni del fenomeno "turismo attivo", agli interventi sulle sue varie declinazioni quali cicloturismo, trekking, equitazione, roccia, vela, sport da onda, diving, attività dedicate ai diversamente abili e tanto altro. Tra gli ospiti si segnala la presenza di un esperto di fama internazionale come lo spagnolo Josep Ejarque, presidente di Fourtourism e consulente del Ministero del Turismo. Alla fine si stilerà un rapporto che servirà a definire una strategia per lanciare la Sardegna come destinazione ideale del turismo attivo. Con questo seminario l'Assessorato e l'Agenzia Sardegna Promozione cominciano anche a gettare le basi per il 1° Workshop internazionale del turismo attivo in Sardegna "BITAS", previsto nel 2010. Iniziativa per favorire l'incontro tra offerta turistica sarda e domanda nazionale e internazionale.
 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.