Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città Il presidente Berlusconi a Olbia per l’incontro dell’Enac

Il presidente Berlusconi a Olbia per l’incontro dell’Enac

E-mail Stampa PDF
berlusconihomeIl Premier Silvio Berlusconi è tornato a Olbia per partecipare ad un incontro promosso dall'Enac sui temi del trasporto aereo e della continuità territoriale. Presentata anche la pubblicazione "Eccellenze italiane - Gli aeroporti di Bari, Brindisi, Cagliari, Catania, Olbia", in distribuzione nei principali aeroporti e consultabile sul sito dell'Enac. Altri protagonisti del meeting, ospitato nella nuova Aviazione Generale "Eccelsa" della Geasar: il presidente dell'Enac Vito Riggio, il presidente di Assaeroporti Fabrizio Palenzona e l'assessore regionale della Programmazione Giorgio La Spisa che ha aperto i lavori.


berlusconi03"Alla Sardegna sono stati assegnati circa 95 milioni di euro: 30 milioni per Cagliari, 16 per Alghero e 48 per Olbia", ha ricordato La Spisa in riferimento agli accordi di luglio con l'Enac e le società di gestione dei suddetti scali. L'assessore, in rappresentanza del presidente Ugo Cappellacci assente per un attacco influenzale, ha dato atto al Governo del costante sostegno nell'affiancare la Sardegna e, in particolare, al Presidente Berlusconi per gli impegni presi. La Spisa, inoltre, ha ricordato il tavolo di confronto Governo-Regione Sardegna, istituito a Palazzo Chigi, per seguire tutte i problemi dell'Isola. Riguardo alla continuità territoriale l'assessore La Spisa ha dichiarato: "Il presidente della Regione Ugo Cappellacci ha già aperto un tavolo con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli. Le pari opportunità di circolazione sono un obiettivo prioritario della Giunta insieme alla promozione dei low cost e al polo di eccellenza aeroportuale, oggetto di una specifica intesa con le compagnie Meridiana e Iberia". L'assessore La Spisa ha anche citato l'intesa siglata a ottobre che ha aggiornato il quadro programmatico delle infrastrutture strategiche, con una previsione di investimenti superiore ai 3,8 miliardi di euro. Tra queste rientra l'atteso intervento per la Sassari-Olbia, una delle opere prioritarie e immediatamente cantierabili per la quale saranno applicate le procedure accelerate previste per il G8.


berlusconi02L'argomento è stato ripreso anche dal Presidente Berlusconi che ha dichiarato: "Per la nuova strada Sassari-Olbia c'è l'impegno a realizzare i lavori il più presto possibile; l'accordo con la Sardegna per le infrastrutture sarà mantenuto fino all'ultimo. Oltre 3 miliardi di euro sono già stati inseriti nei prossimi bilanci e per il 2010 ci sono 1,2 milioni di euro". Berlusconi ha anche elogiato la nuova Aviazione Generale di Olbia: "Un'aerostazione come questa per i voli privati non credo esista in nessuna parte d'Europa". Il Premier ha poi sollecitato la Regione sarda a impegnarsi per risolvere il problema di "una stagione turistica troppo limitata nel tempo malgrado il clima favorevole tutto l'anno". Soffermandosi ancora sull'importanza di questo comparto, Berlusconi ha aggiunto: "L'obiettivo nei prossimi tre anni e mezzo, ovvero entro la fine della legislatura, è quello di portare il turismo a rappresentare il 20% del Pil. In otto anni i turisti che vengono in Italia possono crescere del 50%." Sul fronte del trasporto aereo, il Premier ha confermato la sua intenzione di "favorire accordi con le compagnie russe che potrebbero portare vantaggi per i voli internazionali". Berlusconi ha parlato più volte del salvataggio della compagnia di bandiera, definendo "lungimirante la la decisione di mantenere in Italia la Compagnia".


berlusconi01Ha quindi rivolto un richiamo agli organi di stampa dai quali "arriva un pessimismo da cui dobbiamo saperci allontanare. L'Italia non va male, siamo un popolo di risparmiatori e il futuro non è così negativo". Il presidente dell'Enac Vito Riggio ha ribadito la necessità "di sbloccare gli investimenti aeroportuali italiani anche attraverso una revisione delle tariffe in linea con la direttiva europea e sulla base della delibera Cipe che regola i diritti aeroportuali, tenendo conto degli interventi più recenti del Governo che autorizzano l'Enac a stipulare contratti di programma con le società di gestione di aeroporti con traffico passeggeri superiore a 10 milioni, in deroga alla normativa vigente". E ancora: "Il rilancio degli investimenti aeroportuali costituisce un impegno dell'intero Paese per recuperare la perdita di competitività nel sistema infrastrutturale rispetto alle altre nazioni''. All'incontro organizzato dall'Enac hanno partecipato numerose autorità civili, militari e religiose.
 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.