Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città Ecocentro comunale: posata la prima pietra

Ecocentro comunale: posata la prima pietra

E-mail Stampa PDF
ecoentrohomePosata la prima pietra dell'Ecocentro comunale di Olbia in Via Arabia Saudita, nella Zona Industriale della città. Il progetto dell'opera è stato presentato durante una conferenza stampa tenuta nella vicina sede della De Vizia Transfer. Tra i partecipanti: il sindaco Gianni Giovannelli, l'assessore all'Ambiente Marco Piro, l'assessore alla Sicurezza Valerio Spano, il dirigente Ing. Mauro Scanu, il responsabile del procedimento geom.Gianni Dettori, il progettista Alessandra Buioni e il direttore lavori Gianluca Vidale.


ecoentro01Presenti anche il dott. Emilio De Vizia e il responsabile locale della De Vizia, Antonio Deiana. L'Ecocentro comunale sarà ultimato nel settembre 2010 e altri 8 sorgeranno nelle frazioni e nei principali quartieri di Olbia. Attualmente si sta utilizzando un Ecocentro provvisorio della De Vizia, autorizzato con ordinanza dirigenziale. In quello nuovo, di proprietà del Comune, potranno confluire tutti i rifiuti domestici, compresi quelli ingombranti. A questo proposito il sindaco Giovannelli ha rivolto un appello ai cittadini invitandoli ad usufruire del servizio offerto già da tempo dalla De Vizia. "Basta telefonare al Numero Verde 800905100 - ha ribadito il primo cittadino - ed entro 24 ore, massimo 48, la De Vizia si presenta a casa per portare via i rifiuti ingombranti. Il tutto gratuitamente". "Interveniamo sia di mattina che nel pomeriggio - ha aggiunto Antonio Deiana -. Serviamo una cinquantina di utenze al giorno, ma purtroppo denoto che sono più numerosi i cittadini che optano per le discariche abusive. Ricordo a tutti che, per i rifiuti ingombranti da utenze domestiche, operiamo su segnalazione al Numero Verde; per quelli delle utenze commerciali e artigianali, invece, è attiva l'isola ecologica". La costruzione del nuovo e moderno Ecocentro comunale, il cui costo si aggira intorno ai 900mila euro, dovrebbe rappresentare una efficace soluzione al problema.


ecoentro02 Lo ha ribadito l'assessore Marco Piro aggiungendo che "si tratta di un progetto pensato all'interno dell'ufficio tecnico comunale. La De Vizia si occuperà della sua realizzazione tramite ditte locali. Nell'Ecocentro si potranno portare tutti i rifiuti provenienti da utenze domestiche, compresi lampade al neon, medicinali, olii, componenti elettronici ed informatici. L'Ecocentro sorgerà su un'area di proprietà del Comune e, dopo la definizione di una variante urbanistica, è stato aperto il cantiere." "Quest'opera - ha precisato l'ing.Mauro Scanu - contribuirà in modo determinante ad arginare il fenomeno della dispersione impropria dei rifiuti e rappresenta quindi un grande servizio per la comunità". Per Emilio De Vizia "il nuovo Ecocentro comunale sarà il luogo in cui si potrà conferire tutto quello che è in più rispetto al servizio giornaliero di raccolta favorendo ulteriormente la differenziata. Ma, soprattutto, renderà più semplice la gestione di quantitativi di rifiuti numericamente elevati eliminando le difficoltà oggettive che i cittadini possono incontrare giornalmente nel loro smaltimento. La sua costruzione rappresenta una risposta concreta a quanti, anche ad Olbia, manifestano l' esigenza di avere una struttura di supporto al servizio di raccolta. All'Ecocentro i cittadini possono portare quei rifiuti che non si possono raccogliere porta a porta, come per esempio i tralci di potatura, gli inerti di piccoli lavori eseguiti in casa oltre che tutte le altre tipologie di rifiuto (carta, vetro, elettronica, plastica e umido) che si possono conferire nei giorni in cui non vi è la raccolta. Le conseguenze saranno positive anche sotto l'aspetto ambientale e, con l'entrata in funzione dell'Ecocentro, dovrebbero finalmente ridursi le discariche abusive".

 

 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.