Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Comunicati Stampa LavoRAS: il Comune di Olbia ha inviato i progetti per i nuovi cantieri

LavoRAS: il Comune di Olbia ha inviato i progetti per i nuovi cantieri

E-mail Stampa PDF

Comunicato Stampa

LavoRAS: il Comune di Olbia ha inviato i progetti
per i nuovi cantieri

Una grande opportunità di crescita per la nostra città che abbiamo voluto cogliere subito

Dichiarazione del Sindaco di Olbia Settimo Nizzi

Olbia, 10 agosto 2018. La Regione Sardegna ha istituito la macro misura “Cantieri di nuova attivazione” che fa parte del Programma LavoRAS e che permette ai Comuni di effettuare nuovi interventi attraverso la presentazione di progetti di cantiere sulla base di risorse preassegnate, assumendo personale con difficoltà d’inserimento nel mondo del lavoro.

«Ad Olbia è stata assegnata una dotazione economica pari a 2.224.716 euro, – afferma il Sindaco Settimo Nizzi – una grande opportunità che, naturalmente, non potevamo che cogliere. È di grande importanza usufruire di queste risorse economiche per intervenire con opere finalizzate a rendere Olbia sempre più fruibile, aumentare i servizi e dare occupazione ai nostri concittadini».

I progetti sono stati inviati l’8 agosto. Se verranno ritenuti adeguati dalla Regione, che entro 30 giorni concluderà l’istruttoria, i cantieri dovranno aprire entro la fine del 2018.

I progetti riguardano il Settore Lavori pubblici e ambiente, il Settore Manutenzioni e il Provveditorato. Gli interventi sono i più disparati: si va dai progetti finalizzati a ridurre le conseguenze delle calamità naturali e il rischio idrogeologico, agli interventi di riqualificazione della viabilità nell’agro; dalla valorizzazione dei beni culturali e archeologici (ad esempio attraverso interventi di riqualificazione degli accessi con particolare attenzione a favorire le persone con disabilità), agli interventi di manutenzione straordinaria sugli edifici scolastici; dal progetto relativo al censimento, digitalizzazione e monitoraggio delle reti idriche, al recupero di materiale bibliografico al fine di renderlo fruibile e valorizzarlo attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie.

L’inizio di questi lavori, in caso di nulla osta da parte della Regione, avrà dunque il doppio vantaggio di valorizzare Olbia sempre di più e di creare una ricaduta occupazionale consistente, interessando un’ampia fascia di inquadramenti del personale. Una parte sarà reclutato attraverso il Centro Provinciale dell’Impiego, un’altra per il tramite della pubblica selezione.