Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città 50visioni di Giuseppe Ortu
E-mail Stampa PDF

50visioni di Giuseppe Ortu

Imm.HOME

La mostra, allestita nella galleria del museo Archeologico di Olbia, è visitabile dalle 20 alle 23. L’ingresso è libero.

Musica, teatro, sport, danza, videoclip sono i temi intorno ai quali ruota 50visioni di Giuseppe Ortu, fotografo originario di Ozieri residente ad Olbia, autore di questo evento insieme ad altri artisti e professionisti di varie discipline: Daniela Bandinu, Fedro Muliello, Asia Atzuni, Marta Carboni, Marta Careddu, Silvia Secci,Paola Nieddu,Chiara Maludrottu, Martina Sotgiu, Andreina Bracci, Mara Mansur, Francesco Bruni,Ilaria Degortes, Elèna Ortu,Tony Marino,Fedro Muliello,Josè Vargas, Moussa Sar, Pier Angelo Pileri, Parkour, Bruno Casula, Moussa Sarr,Roby Cuccu.

"Cinquantavisioni" si conclude domenica 29 luglio alle ore 21.00 con un happening di poesia, musica e danza. I versi di Marella Giovannelli, tratti dalla raccolta "Il giostraio a riposo", saranno letti dall'autrice e cantati dal musicista-compositore nuorese Ennio Santaniello. Seguirà un'esibizione di Tony Marino, le note del suo sax, e i passi di flamenco di Andreina Bracci, con altri interventi a sorpresa, animeranno la serata.

Imm.Interna

La parola a Giuseppe Ortu >

“ Il progetto è il regalo per i miei cinquanta anni, nasce circa due anni fa quando ho iniziato la ricerca su gestualità e movimento. Per me era fondamentale che ogni immagine “vivesse” nel territorio che mi circonda, non volevo rappresentare le località più blasonate e conosciute ma piccoli angoli, scorci quasi dimenticati che collocassero la mia fotografia in un luogo senza tempo.

A questo lavoro hanno collaborato oltre quaranta persone di età compresa tra i dieci e i cinquant’anni. Con tutti si è instaurata una complicità rivelatasi fondamentale per rendere vere e autentiche le immagini.

Ringrazio l’Assessorato alla cultura del Comune di Olbia che ci ha accolto in una struttura così bella come il Museo Archeologico. La sala dove espongo è perfettamente adeguata alle mie esigenze, per spazio, dimensioni e illuminazione. Dovendo dare un suggerimento direi che potrebbe essere migliorata la segnaletica per indicare le varie sale del Museo, e manca un calendario eventi da divulgare con largo anticipo anche su internet, utile per informare tutti coloro che programmano una visita ad Olbia.

Di questa esperienza restano nuove amicizie fondate sulla stima reciproca, ma anche il ricordo dei momenti in cui scattavo e ascoltavo il rumore del mare… restano cinquanta visioni”.

G.P. | STAFF OlbiaCultura, settore AAGG e istituzionali | Comune di Olbia.

 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.