Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città 5° Meeting sul Turismo: tanti dati su cui riflettere…e lavorare

5° Meeting sul Turismo: tanti dati su cui riflettere…e lavorare

E-mail Stampa PDF
meethome"Non la bacchetta magica ma un randello affinchè ognuno faccia la sua parte per mettere a punto una seria politica turistica finalizzata ad un percorso unitario di crescita".



meet4Lo ha dichiarato l'assessore regionale al Turismo Luigi Crisponi intervenuto al 5° Meeting di Olbia, incentrato sulle proposte per lo sviluppo turistico del Nord Sardegna. L'appuntamento, organizzato da Nuccio Merone di Starsolution5 con il patrocinio del Comune di Olbia, della Regione e della Provincia, ha richiamato nella sala congressi dell'Expo numerosi politici, rappresentanti di enti pubblici e privati, imprenditori e operatori del settore turistico. Anche quest'anno il Meeting, che ha avuto in Mauro Orrù un brillante moderatore, ha rappresentato un'utile occasione di analisi e confronto sulla stagione turistica ormai archiviata e sulle criticità del comparto efficacemente illustrate dal prof. Carlo Marcetti, docente di Politiche del Turismo (Facoltà di Economia dell'Università di Cagliari e di Olbia).



meet03 I lavori si sono aperti con il saluto del sindaco Gianni Giovannelli e l'intervento dell'assessore comunale Gian Piero Palitta che ha ribadito la necessità di varare nuove strategie per superare il grande limite rappresentato dalla stagionalità, con una particolare attenzione al sistema dei trasporti aerei. L'assessore provinciale al Turismo Giuseppe Baffigo ha diffuso una serie di dati statistici riguardanti gli arrivi e le presenze nel periodo gennaio-settembre 2010.



meet01Tra i comuni che vantano un segno positivo c'è Olbia (+ 1,23 arrivi e + 4,42 presenze) ma non mancano le ombre, ben evidenziate dal manager Geasar Raffaele Ciaravola, che ha segnalato un calo dei passeggeri italiani all'aeroporto Olbia Costa Smeralda mentre cresce la clientela internazionale. Altrettanto preoccupante, secondo Ciaravola, è la disaffezione dei turisti che, passato "l'effetto scoperta", tendono a non ritornare in Sardegna. Queste le motivazioni dei "sedotti e delusi": prezzi troppo alti, inadeguatezza dell'accoglienza, scarsa professionalità, carenze infrastrutturali e dei servizi, sporcizia e scarso rispetto dell'ambiente, mancanza di divertimenti. L'assessore regionale Crisponi ha ufficializzato le 400mila presenze turistiche in meno che la Sardegna ha avuto dal gennaio al settembre 2010.



meet02Da qui la necessità di attivare una "centrale d'ascolto" presso l'assessorato e il varo di campagne istituzionali per promuovere l'immagine della Sardegna, oltre il balneare, puntando sulla forza dell'identità isolana e sul nostro patrimonio ambientale, culturale ed enogastronomico. Questo tesoro di saperi e di sapori deve essere valorizzato e promosso attivando anche nuovi canali grazie ad una cabina di regia che sappia sfruttare la trasversalità del turismo. Delle opportunità del turismo culturale, risorsa per la destagionalizzazione, ha parlato l'assessore comunale alla Cultura Vanni Sanna. Le problematiche e le prospettive della nautica hanno caratterizzato l'intervento di Roberto Azzi nel duplice ruolo di imprenditore e responsabile del settore nella Confindustria Nord Sardegna. Sulla "Qualità e sostenibilità nello sviluppo turistico" si è soffermato Salvo Manca, direttore del Consorzio Costa Smeralda. Normal.dotm 0 0 1 15 87 artefix 1 1 106 12.0 0 false 14 18 pt 18 pt 0 0 false false false L'assessore Crisponi ha anche annunciato un importante progetto per la defiscalizzazione per le imprese turistiche.
 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.