Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città In archivio la stagione crocieristica 2010

In archivio la stagione crocieristica 2010

E-mail Stampa PDF
crocierehomeSi è conclusa domenica 7 novembre, con lo scalo della Columbus, la stagione crocieristica nel Nord Sardegna. La nave della Hapag - Lloyd Cruises, ripartita con circa 500 passeggeri dallo scalo olbiese dell'Isola Bianca alla volta di Palermo, ha mandato in archivio un anno di sostanziale tenuta del mercato nei tre scali del settentrione isolano.



crociere03Sono state 93, in tutto, le navi che hanno fatto tappa nei tre porti di competenza dell'Autorità Portuale: 86 a Olbia (di cui 82 all'Isola Bianca e 4 al Porto Vecchio), 6 nello scalo commerciale di Porto Torres e una a Golfo Aranci, per un totale di circa 185 mila crocieristi in transito. Qualche numero in meno rispetto all'anno precedente, che ha chiuso con un calendario di 118 navi (114 ad Olbia e 4 a Porto Torres) e circa 235 mila passeggeri. Perdita legata alla crisi che, nel 2009, ha colpito il mercato su scala globale, provocando una riduzione delle prenotazioni dei viaggi e la chiusura di alcune società armatoriali. Una tra tutte la Quail Cruise che, proprio lo scorso anno, aveva prenotato ad Olbia circa 30 scali con la Ocean Countess, tutti rigorosamente cancellati a seguito del passaggio societario alla Happy Cruises nel mese di gennaio.



crociere01Operazione commerciale che ha causato il dirottamento delle unità nel mar Adriatico, con una riduzione del numero di prenotazioni complessive da circa 130 a 93 ed uno slittamento della stagione di un mese (dal 13 marzo al 10 aprile). Nonostante la flessione, Olbia ha potuto comunque contare sulla fedeltà di gruppi armatoriali come Msc, Costa Crociere, Croisieres De France, Thomson, Louis Cruises e Sea Cloud. "La cancellazione degli scali della Ocean Countess è stato un colpo duro al sistema che siamo riusciti a consolidare anno dopo anno - spiega Paolo Piro, presidente dell'Autorità Portuale del Nord Sardegna - ma, nonostante ciò, soprattutto alla luce della crisi annunciataci in più occasioni dagli executives delle principali compagnie mondiali, possiamo mettere a curriculum un altro anno sostanzialmente positivo.



crociere02Oltre novanta navi e più di 180 mila passeggeri in transito tengono alto il nostro vessillo nel mercato. Ma anche i numeri dello scalo di Porto Torres, con 6 approdi, hanno confermato quelle che erano le mie aspettative sul potenziale del Nord Ovest isolano nel settore crocieristico". Il 2010 è stato anche l'anno della crescita infrastrutturale. "Il 7 maggio scorso - continua Piro - abbiamo inaugurato il primo dei due moli gemelli da 275 metri ciascuno, battezzato Molo Madonna di Bonaria, proprio perché in quella data si concludeva ad Olbia il pellegrinaggio dei devoti alla patrona massima della Sardegna. Il secondo dente d'attracco, invece, sarà consegnato entro l'anno, non appena saranno ultimati i lavori di approfondimento dei fondali a meno 10 metri. Un'infrastrutturazione importante, quella che metteremo a regime per il 2011, che ci consentirà di avere un porto dimensionato alle esigenze del mercato. Questo, tengo a precisare, in attesa dell'ultimo impulso che verrà dato con l'approvazione definitiva del nuovo Piano Regolatore Portuale che, ci auguriamo, avvenga entro il 2011. Documento che consentirà, ad Olbia, l'allungamento dei due moli 2 e 4 a 236 metri e la realizzazione del terminal crociere nell'area prospicente al molo Madonna di Bonaria.
 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.