Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città Alcolisti in trattamento: dai club un aiuto concreto

Alcolisti in trattamento: dai club un aiuto concreto

E-mail Stampa PDF
aahome"Famiglia e club per un cambiamento di stile di vita": questo è stato il tema affrontato durante l'incontro organizzato dall'associazione di volontariato Acat "Il ponte" nell'auditorium del Museo Archeologico.



aa01Come ogni anno, l'appuntamento con l'interclub zonale, ha riunito le famiglie dei club degli alcolisti in trattamento, dando vita ad un importante momento di dialogo e riflessione, aperto alla città, sul tema dell'alcolismo e delle varie problematiche legate alla dipendenza del bere. Le testimonianze rese dagli ex-alcolisti, dai loro familiari e dai volontari hanno evidenziato le difficoltà di un percorso lungo ed impegnativo che mira a un cambiamento dello stile di vita. "Lottiamo insieme per combattere un male, l'alcol, che mina la volontà delle persone, lavoriamo insieme per cambiare uno stile di vita", ha ricordato la presidente dell'Associazione Acat il Ponte, Rosetta Salterio che ha aggiunto: "La condivisione delle esperienze, delle gioie e dei dolori può aiutare tutti noi a cambiare stile di vita.



aa03Non è stato facile per gli iscritti all'associazione uscire allo scoperto ma, attraverso le testimonianze dirette, abbiamo voluto dare un contributo alla città. Noi ci incontriamo, condividiamo le nostre paure e i nostri dubbi senza mai giudicare o venire giudicati. Da qualche tempo abbiamo deciso di aprire l'interclub ai nostri concittadini". A Olbia i Club sono nati nel 1993 e, due anni dopo, si sono riuniti nell'associazione che oggi conta circa cento famiglie. Le persone che vi aderiscono sono più del doppio; in Gallura sono una decina i Club attivi sul territorio. I Club nella propria attività quotidiana vengono sostenuti dal Servizio delle Dipendenze (Ser.D.) della Asl di Olbia e dall'associazione di volontariato Acat "Il ponte". Il sindaco Gianni Giovannelli, presente all'incontro, nel suo breve saluto ha sottolineato la grande dignità, la forza e il coraggio che caratterizzano "la meritevole attività, portata avanti dai servitori-insegnanti, dai familiari e dagli stessi alcolisti in trattamento".



aa02Il percorso di speranza intrapreso dalle famiglie è possibile grazie alla consapevolezza che non si è soli. Il problema dell'alcolismo è trasversale, colpisce donne e uomini, giovani e meno giovani e, sempre di più, adolescenti e ragazzine. Ma l'alcol non è imbattibile e chi vuole riprendere in mano la propria vita, recuperando la dignità e i propri affetti, può farcela. Il cammino è impegnativo ma non impossibile, come dimostrano tante testimonianze di casi positivamente risolti all'interno dei vari Club, nati per dare sostegno agli alcolisti e alle loro famiglie. L'alcol, infatti, è un problema che non riguarda solo chi beve ma tutta la famiglia. I Club accolgono tutti, non ci sono vincoli di età o di classe sociale, non esistono obblighi ma solo il dovere di riservatezza e puntualità.
 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.