Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città Millecinquecento pedalatori contro il razzismo a Olbia

Millecinquecento pedalatori contro il razzismo a Olbia

E-mail Stampa PDF
_pedalatahomeMillecinquecento persone di tutte le età hanno partecipato alla 28ª edizione della Pedalata Ecologica "Teresa Meloni", organizzata dalla Società Ciclistica Terranova, sostenuta dal Comune di Olbia e dalla Provincia in collaborazione con diverse associazioni di volontariato e vari sponsor privati. La splendida mattinata di sole ha contribuito al successo di un'iniziativa multi-generazionale che, anche quest'anno, ha saputo coinvolgere tanta gente. Come sempre è risultata vincente la formula di un evento che unisce sport, solidarietà (ottomila euro devoluti in beneficenza) e voglia di stare insieme.



_pedalata01I pedalatori hanno percorso venti chilometri in bici per le vie della città veicolando un messaggio di grande civiltà "Razzismo, che brutta storia", serigrafato sulle magliette di tutti gli iscritti e ribadito per dire no alle intolleranze verso chi è diverso per colore della pelle, per religione, usi e costumi. La sicurezza dei ciclisti è stata garantita dalla presenza dei vigili urbani e dall'assistenza delle associazioni Gaia, Forza Paris, Falchi di Gallura, Capo Ceraso e Croce Bianca. L'arrivo in Corso Umberto, alla presenza dell'assessore allo Sport Angelo Cocciu, ha dato il via alle premiazioni con coppe e targhe, più il sorteggio di quattro bici. Il gruppo più numeroso è stato quello degli appartenenti all'associazione Handicappati e famiglie (336 iscritti alla Pedalata), seguito da quello dell'Aido (281). Tra i gruppi scolastici più numerosi: al 1º posto le scuole elementari di via Nanni, al 2º le medie A. Diaz (succursale Isticcadeddu) e al 3º le medie di via Veronese. Tra i gruppi sportivi: 1º posto della società ciclistica Terranova. Tra i gruppi aziendali, il più numeroso è stato quello della Pincar. Premi, inoltre, al partecipante più anziano: "zio" Battista Porcheddu (85 anni) e al più giovane: Edoardo Diana (14 mesi). Una targa ricordo, infine, è stata consegnata a Francesco Gambella, testimonial dell'AMREF, campione di sport e generosità, e a due partecipanti di colore, rappresentanti dell'associazione interculturale Italia-Senegal.



_pedalata02Il ricavato dalle iscrizioni (6 euro a persona), sottratte le spese, sarà suddiviso tra le associazioni di volontariato Villa Chiara, Aido, Handicappati e Famiglie, Cittadinanza attiva. ""Anche quest'anno - ha ricordato il presidente della Società Ciclistica Terranova, Giovanni Usai - abbiamo dedicato il nostro impegno nelle scuole affinché alla Pedalata si affianchi una iniziativa fra gli studenti per discutere del nostro tema. Gli operatori scolastici (dirigenti e insegnanti) dedicheranno quindi una lezione all'argomento. A sostegno delle "Brutte Storie" di razzismo verranno infine regalati ai gruppi scolastici alcuni libri che trattano, con i loro racconti, storie legate al razzismo. Vogliamo, infatti, dare il nostro contributo per insegnare ai ragazzi ad avere rispetto del prossimo senza distinzione di razza, colore o religione. Ci teniamo quindi a ribadire e rafforzare il concetto che Olbia è sempre stata una città multietnica, storicamente accogliente verso chi ha avuto e chi ha voglia di costruire, nella nostra città, un futuro migliore per sè e per la propria famiglia".
 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.