Comune di Olbia

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Notizie dalla Città Presentato il libro di Bebbo Ardu

Presentato il libro di Bebbo Ardu

E-mail Stampa PDF
cavallihomeVenerdì scorso all'hotel Mercure Hermaea è stato presentato il libro di Bebbo Ardu "Storie di uomini e storie di cavalli", pubblicato dall'editore Carlo Delfino. Alla serata, patrocinata dal Comune di Olbia, oltre all'autore e all'editore, hanno partecipato il sindaco Gianni Giovannelli, lo scrittore Bachisio Bandinu (sua è la bella prefazione) e l'attrice Clara Farina che ha letto alcuni brani dell'opera. "Per Bebbo Ardu - ha spiegato Bachisio Bandinu - il cavallo è un'esperienza di vita che nobilita sentimenti e ragione, storie e tradizioni, immaginazione e sogno.



cavalli03Ma esercita anche una pulsione alla scrittura: racconto, descrizione, memoria. In questo libro il cavallo è umanizzato, ne sono testimonianza gli aggettivi qualificativi: forte, dolce, versatile, disinvolto, furbo, coraggioso, intelligente, sensibile. Possiede le virtù della fedeltà e della lealtà. Si commuove, soffre e piange, esplode in moti di gioia in un espressivo linguaggio del corpo. Nella descrizione dell'autore il cavallo è associato agli elementi naturali primigenii: la forza della natura, la velocità del vento, la passione del fuoco. A questi si aggiungano i caratteri specificatamente umani che lo rendono partecipe della comunicazione con l'uomo. Quella di Bebbo Ardu per i cavalli è una passione che attraversa la sua intera vita: dal cavalluccio di legno dell'infanzia a Oniferi alle ripetute cavalcate della prima adolescenza a Montresta, ai cavalli dei zilloneris di Gavoi, ai numerosi percorsi attraversi la Sardegna in lungo e in largo. Ma non è solo la passione, è anche la competenza che deriva da tante esperienze, è anche conoscenza che si fa progettualità nella direzione dell'Istituto di Incremento Ippico della Sardegna e nell'appartenenza a diverse associazioni ippiche nazionali. Nel libro di Bebbo Ardu c'è un sottile filo di orbace che tesse versi di poesia. La sua lettura invita a sperimentare di persona il fascino di un percorso a cavallo che ha una propria singolarità assolutamente nuova e indimenticabile". Bebbo Ardu ha rievocato alcuni dei tanti episodi da lui descritti con il desiderio di fermare la memoria del tempo: sui monti, in riva ai ruscelli, nell'ovile dei pastori, nei sentieri di montagna dove scende da cavallo per scrutare da vicino un piccolo fiore spuntato, come un miracolo, tra le rocce.



cavalli02I brani, magistralmente letti da Clara Farina, hanno coinvolto il pubblico, colpito dall'intreccio tra l'aspetto naturalistico-ambientale e la dimensione umana della conoscenza, dell'amicizia e dell'ospitalità. In "Storie di uomini e storie di cavalli" c'è, come ha spiegato Bachisio Bandinu, "una partecipazione costante dei sensi: olfatto, udito, gusto, vista e tatto. Odori di timo e di lentisco, sapori di latte, di formaggi e di carne di capra, ascolto di musiche naturali, fruscio di acque, respiro del bosco, folate di vento, versi di animali selvatici e canto di uccelli".
 

Ansa - Top News

Rendi la cartella cache scrivibile.

Agenzia Italia - Cronaca

Rendi la cartella cache scrivibile.

Ansa Sardegna

Rendi la cartella cache scrivibile.